Menu

Libri

“Purezza e castità. Il cinema di Dogma 95: Lars von Trier e gli altri”  Matteo Lolletti, Michelangelo Pasini

61Cctq-u0rL._AA1500_

Editore: Foschi 2011

Il Dogma 95, che trae la seconda parte del nome dall’anno di nascita del “movimento”, ha rappresentato l’ultima grande rivoluzione del cinema europeo e non soloeuropeo, sia per principi sia per estensione dell’ambito di competenza, coinvolgendo ampie categorie cinematografiche, comprensive di contenuti e forma, di linguaggio e produzione. In questo volume cercheremo di analizzare la nascita, le peculiarità, l’impatto e la parabola di una rivoluzione che tanto ha significato nel cinema contemporaneo, evidenziandone limiti e pregi, cercando di trarre conclusioni che, per la natura stessa del Dogma 95, paradossalmente fluida, non vogliono avere la presunzione di enunciare una parola definitiva su un movimento che, per quanto ufficialmente concluso, continua ad agitarsi, come un’epidemia, sotto la pelle del cinema contemporaneo.

 

 

“Il cinema come Dogma. Conversazioni con Stig Bjorkman”

Editore: Mondadori 2001

L’autore dell’acclamato “Dancer in the Dark” si racconta in una serie di conversazioni che svelano i dubbi, i gusti, le riflessioni di un grande artista. Noto per la sua natura di uomo schivo, Von Trier si presenta qui più che mai aperto e generoso nel confessare opinioni personali e nel lanciare magistrali ed enigmatiche provocazioni. La lunga intervista, condotta dall’interlocutore Stig Bjorkman come un vero e proprio entretien, ospita brevi interludi sottoforma di manifesti e dichiarazioni di intenti. Fra tutti spicca “Dogma 95”, che contiene l’ormai celbre ‘voto di castità’, decalogo programmatico per una nuova cinematografia cui fanno sempre più riferimento film-maker di tutto il mondo.

 

 

“Dancer in the dark”

Editore: Minimum Fax 2000

Una storia romantica e straziante, quella di una madre (interpretata dalla cantante islandese Bjork) che per salvare il figlio da una grave malattia compie ogni sorta di sacrifici, compreso quello estremo della vita. La sceneggiatura è accompagnata da una lunga intervista a Lars von Trier, su questo film, sulla sua formazione e sulla sua carriera di regista.

 

 

 

“Lars von Trier” Roberto Lasagna

41UBYOajdKL._SL500_Editore: Gremese Editore 2003

 

 

 

 

 

 

“Lars von Trier e dogma”  Tina Porcelli

51BolCzNnxL._SL500_Editore: Il Castoro 2001